Igiene in cucina, 10 regole per la sicurezza alimentare

Una sana alimentazione non può prescindere dal modo in cui i cibi vengono preparati. Per non incorrere in
situazioni spiacevoli è bene seguire delle norme igieniche adeguate.
Qui ti spiego 10 regole per la sicurezza alimentare che sicuramente già sai ma che è bene ricordare.
1. Cura l’igiene personale
Prima di metterti ai fornelli lava le mani. Le nostre mani sono veicoli di batteri ed esse vanno lavate prima,
durante e dopo la preparazione di ogni pietanza. Possibilmente non usare smalti per le unghie, questi
coprendole non permettono di intravedere residui di cibo o sporcizia in alternativa spazzola sempre sotto le
unghie.
2. Attenzione all’abbigliamento
Quando entri in cucina, ma più in generale quando rientri a casa dopo una giornata fuori, è buona norma
separare gli indumenti da lavoro con quelli per la cucina. Infatti i nostri indumenti accumulano polvere,
batteri e microorganismi che possono contaminare i nostri cibi.
3. Separa gli alimenti in frigo
Il nostro frigorifero non mantiene il freddo alla stessa temperatura in tutti i ripiani, ad esempio la porta è la
parte più calda, il piano superiore è quello più freddo e il vano porta verdura è ad alta umidità. Organizza gli
alimenti nei ripiani giusti così da evitare un facile deterioramento e un passaggio di batteri da un cibo
all’altro diffondendosi in tutto il frigo.
4. Separa i cibi cotti da quello crudi
Innanzitutto chiudi ermeticamente in contenitori dei cibi cotti e poi separali da quelli crudi, ridurrai il rischio
di contaminazione batterica.
5. Non manipolare o usare gli stessi attrezzi per i cibi crudi e quelli cotti
Per lo stesso principio per cui separi i cibi cotti da quelli crudi in frigo non dovrai manipolarli o usare gli
stessi attrezzi senza prima non averli sciacquati in acqua bollente.
6. Pulisci i piani di appoggio, ripiani e utensili
Tra la preparazione di una pietanza e l’altra abbi cura di pulire lo spazio che ti circonda e gli utensili che usi.
Con i batteri non si scherza, basta un minimo per stimolare leggeri mal di pancia o pesanti intossicazioni.
7. Sterilizza le spugnette e gli spazzolini
Disinfetta e purifica le spugnette e gli spazzolini che usi per rimuovere gli avanzi di cibo dalle stoviglie. Le
colonie batteriche su questi nidificano in abbondanza in quanto trovano l’ambiente favorevole per farlo.
8. Togli l’imballaggio e i contenitori dei cibi
Sostituisci l’imballaggio dei cibi che hai acquistato per via dei germi che si annidano sulla confezione. È
preferibile avvolgere l’alimento nella pellicola trasparente o in fogli di alluminio.
9. Non lavare la carne
Sulla superficie della carne è presente il campylobacter, un batterio che si diffonde proprio attraverso
l’acqua. La nostra unica arma di sicurezza è cuocerli subito, dal frigo direttamente in pentola.
10. Non usare i guanti
Usare i guanti significa non avere il contatto diretto con i cibi, quindi non capire la consistenza di una
pietanza che stai preparando. Inoltre, spesso chi usa i guanti, non li cambia tra un passaggio e l’altro
dimenticando le norme tra cibi crudi e cotti. Usali magari per piccole operazioni come pulire qualcosa che
può macchiarti le mani ma ricordati di sfilarli una volta finito.
Cosa ne pensi, queste 10 regole sono importanti? Secondo me si!